Osservazioni psicoeducative a scuola

Cos’è? Come aiuta gli studenti?

Si tratta di un intervento condotto in ambito scolastico da terapisti esperti nei processi di apprendimento e negli interventi psicoeducativi cognitivo/ comportamentali. L’obiettivo è individuare e concordare con gli insegnanti un programma con specifiche strategie psicoeducative funzionali a favorire l’apprendimento e l’inserimento scolastico degli studenti in difficoltà e/o con bisogni educativi speciali (BES). E’ uno degli strumenti che il referente pedagogico e l’equipe utilizzano per avere una “visione ecologica” del bambino. Può essere attivato su richiesta sia dei genitori che degli insegnanti, e deve essere comunque sempre concordato e approvato da entrambi.

Come si sviluppa?

Inizialmente il terapista prende contatto con i genitori, gli insegnanti, il referente clinico e i terapisti dello studente per raccogliere informazioni e comprendere i bisogni dei vari interlocutori coinvolti. Con tutti manterrà rapporti regolari nel corso dell’intervento.

Successivamente conosce lo studente al di fuori del contesto scolastico, prendendo anche in esame il programma scolastico, i quaderni e altri strumenti didattici. Quindi concorda con genitori e insegnanti una serie di osservazioni durante le attività scolastiche, con lo scopo di individuare nuove strategie di intervento mirate a rispondere ai bisogni dello studente e/o affrontare eventuali criticità emergenti. All’osservazione in ambito scolastico può essere contemporaneamente associato un ciclo di osservazioni in ambito domiciliare.

Il percorso si conclude con una restituzione del terapista (accompagnata da un documento scritto) a tutti gli interlocutori coinvolti, in cui vengono esplicitati: bisogni/criticità rilevate durante l’osservazione, obiettivi di intervento, strategie e interventi attivabili in ambito scolastico e domestico, indicazione di strumenti utili, tempi di verifica.

In sede di restituzione il terapista si riserva di proporre, qualora ne ravvisi la necessità, un progetto di consulenza educativa, ed eventuali cicli di terapia psicoeducativa in ambito scolastico e/o domiciliare.

 

Quando è utile un percorso di osservazione e consulenza psicoeducativa scolastica?

Si tratta di un servizio rivolto ai bambini della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e agli studenti della scuola secondaria per i quali che presentino difficoltà nell’apprendimento e nell’inserimento scolastico e/o bisogni educativi e formativi specifici: studenti diversamente abili, con disturbi dello spettro autistico, con DSA, BES e ADHD, o con bisogni e difficoltà di altra natura.

 

Quanti interventi saranno attivati?

Il terapista concorda con i genitori e gli insegnanti il numero e la cadenza degli interventi, in base al bisogno. Si programmano inoltre incontri periodici di verifica con genitori ed insegnanti.

 

Come possono i genitori aiutare il proprio figlio?

Il terapista si rendere disponibile ad incontrare i genitori per mostrare loro strategie, strumenti e modalità di mediazione adeguate per rendere rispondere ai bisogni educativi, formativi ed evolutivi del proprio figlio e per affrontare eventuali criticità emergenti.

 

Come possono gli insegnanti supportare lo studente?

Il terapista si rendere disponibile ad incontrare gli insegnanti per mostrare loro strategie, strumenti e modalità di intervento adeguate a rispondere ai bisogni educativi, formativi ed evolutivi dello studente e per affrontare eventuali criticità emergenti.

RICHIEDI ULTERIORI INFORMAZIONI

Acconsento al trattamento dei miei dati personali al fine di usufruire dei servizi offerti dal presente sito come descritto nella privacy policy. (Attenzione: non selezionando ""acconsento"" non sarà possibile dare esecuzione ai servizi offerti.) *
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per dare esecuzione al servizio di Newsletter, cioè per ricevere informazioni relative ad aggiornamenti, novità editoriali, offerte, promozioni in corso da parte della Cooperativa Imparole. *