Campus 2019 sulla Mediazione: i terapisti raccontano

Si è conclusa da poco la settimana del Campus Feuerstein di Imparole! Siamo tornati pieni di entusiasmo, di energie, di esperienze e di nuove capacità. Quest’anno abbiamo lavorato utilizzando lo strumento Feuerstein del PAS standard “Istruzioni”, che ha fatto da tema guida di questi 5 giorni da poco trascorsi.

Genitori, terapisti, bambini e volontari si sono messi alla prova per affrontare ogni giorno nuove istruzioni da apprendere e con cui lavorare insieme; visive, verbali, simboliche e scritte. Abbiamo svolto tante attività su come riconoscere, dare ed eseguire istruzioni, ci siamo divertiti ed abbiamo imparato anche a creare delle girandole colorate e degli aquiloni da far volare tutti insieme.

I nostri neuropsicomotricisti ci caricavano di energie con il risveglio muscolare della mattina per affrontare una ricca giornata di attività: sia per i bambini ma anche per i genitori, i quali insieme al dottor Jo Leeber hanno imparato i principi della mediazione del metodo Feuerstein. I bambini, invece, insieme alle logopediste, le pedagogiste, gli psicologi, i neuropsicomotricisti ed i volontari si sono divertiti a svolgere tante attività istruttive e ricreative. Non sono mancati però i momenti di svago tutti insieme; genitori, bambini e terapisti. Ci siamo confrontati con il nostro coraggio e le nostre paure durante l’arrampicata e con la nostra forza e coordinazione in piscina. Siamo diventati esploratori e ricercatori durante le passeggiate di gruppo e abbiamo messo all’opera la nostra creatività nel creare degli strumenti musicali con oggetti trovati nella natura e nella quotidianità.

Il Campus rappresenta sempre un’opportunità unica che consente ai terapisti di avere una visione più ampia dei bambini, su come interagiscono tra di loro, con i loro genitori, con persone nuove e in contesti e situazioni diverse e che arricchisce le famiglie di emozioni, amicizie, condivisioni, opportunità e consigli.

L’esperienza è stata molto positiva e il momento dei saluti è stato colmo di tristezza, ma ci portiamo a casa bellissime emozioni e nuove amicizie!

Buone vacanze a tutti! Ci rivediamo il prossimo anno!

Autrice articolo: D.ssa Sara Santangelo, logopedista