Disturbi specifici dell’apprendimento

Sulla nostra terra sono spuntate piccole stelle che con la loro luce hanno illuminato il mondo perché sono riuscite a farci guardare le cose con i loro occhi. Quelle stelle pensavano in maniera diversa e le persone vicine non le accettavano e le hanno ostacolate. Ma loro ne sono uscite vincenti , al punto che il mondo è rimasto a bocca aperta– dal film Stelle sulla Terra

Perché mio figlio fa fatica a scuola?

Perché non vuole mai fare i compiti? Come mai rimane indietro ed è distratto? Perché si impegna molto eppure i risultati sono scarsi?

Come mai è così pigro e svogliato? Eppure quando vuole svolge bene tutti i compiti…

 

Sono tante le domande e i pensieri che nascono quando i bambini o i ragazzi hanno delle difficoltà dal punto di vista scolastico e soprattutto nasce spontaneo il dubbio che ci possa essere un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA).

 

Cos’è un DSA?

È un disturbo che dipende dalle diverse modalità di funzionamento delle reti neuronali coinvolte nei processi di lettura, scrittura e calcolo.

Non sono causati né da un deficit di intelligenza, né da problemi ambientali o psicologici o da deficit sensoriali.

Si suddividono in varie tipologie:

 

  • Dislessia

La dislessia ostacola la capacità di rendere automatica la corrispondenza grafema-fonema (decodifica), è caratterizzata da deficit nella velocità e nell’accuratezza della lettura.

Il bambino e la bambina con dislessia necessita di una presa in carico specialistica, poichè l’esercizio supplementare a casa e a scuola spesso si rivela insufficiente.

 

  • Disortografia

È un disturbo della scrittura dovuto a deficit nei processi di cifratura che compromettono la correttezza delle abilità. Si manifesta con errori ortografici.

 

  • Disgrafia

È un disturbo della scrittura di natura motoria, dovuto a un deficit nei processi di realizzazione grafica (grafia).

 

  • Discalculia

È un disturbo specifico delle abilità nell’ambito dell’aritmetica. Si distinguono due profili: deficit nelle componenti di cognizione numerica (per esempio definizione della quantità, calcolo mentale) e deficit relativo alle procedure esecutive e al calcolo (per esempio procedure esecutive).

 

  • Disturbo della comprensione del testo

Per disturbo specifico di comprensione si intende quella difficoltà di lettura che non riguarda la capacità di decifrare un testo, ma l’abilità di coglierne efficacemente il significato.

 

 

Quando intervenire?

I primi campanelli di allarme si riscontrano all’ingresso della scuola primaria, quando i bambini e le bambine hanno difficoltà nell’apprendimento della lettura e scrittura.

Di fronte a tali difficoltà è utile monitorare e confrontarsi con gli insegnanti sull’opportunità di un approfondimento diagnostico.

Se le difficoltà persistono è comunque utile fare un accertamento entro la terza classe della scuola primaria.

 

Quali sono le figure in Imparole che intervengono e come?   

Valutazione

Imparole è centro accreditato all’attività di prima certificazione diagnostica e rinnovo, validi ai fini scolastici per i DSA, secondo quanto previsto dalla legge n. 170/2010.

La valutazione consta di una visita con il NPI, i test di livello cognitivo e i test specifici di letto-scrittura e matematica. Al termine di questa indagine viene rilasciata una relazione contenente i risultati del percorso valutativo e l’indicazione della diagnosi.

 

Il training per i DSA viene svolto da due figure professionali:

  • Logopedista
    • lavora con i bambini e le bambine più piccoli;
    • si occupa del recupero delle competenze di base: competenza fonetico-fonologica, potenziamento nell’utilizzo del linguaggio, arricchimento lessicale;
    • stimola l’abilità di lettura per renderla il più possibile adeguata all’età
  • Pedagogista
    • Lavora con i bambini e le bambine del secondo ciclo della scuola primaria;
    • Lavora sulle competenze metacognitive: utilizzo di strategie compensative, capacità di organizzazione e pianificazione, definizione di un metodo di studio personalizzato;
    • Individua strumenti compensativi e misure dispensative, utili a svolgere un percorso di studi regolare.

Novità:

Con il Decreto 19023 del 18/12/2018 la Regione Lombardia apre il bando per presentare domanda
per l’Avviso pubblico per il riconoscimento di contributi per l’acquisto o utilizzo di
ausili/strumenti tecnologicamente avanzati a favore di persone con disabilità o con disturbi
specifici dell’apprendimento (DSA).

L’articolo ufficiale è reperibile al seguente link.

Corsi

img

22 Nov - 08 Mag

16 Feb - 18 Mag

Genitori al Centro e Metodo Feuerstein - Crescere la mente

Corso di 7 incontri Il corso “Genitori al Centro e Metodo Feuerstein - Crescere la mente" ha l’obiettivo di potenziare lo sviluppo cognitivo con la teoria e la pratica delle esperienze di apprendimento mediato di Feuerstein e non solo. In questo laboratorio insieme ad esperti internazionali del Metodo come il Dott. Jo Lebeer, tratteremo insieme ai genitori il tema della mediazione nella vita quotidiana a casa e a scuola. Perchè ci sia cambiamento e crescita è indispensabile infatti che per ogni bambino ci sia la presenza dei genitori, come attori attivi e partecipi. Per questo proponiamo un percorso di formazione che ha l’obiettivo di rimettere al centro il ruolo genitoriale, aiutando a trovare azioni educative e strategie concrete da mettere in atto nella vita quotidiana con i vostri bambini.

01 Apr - 17 Giu

Gruppo di auto mutuo aiuto: genitori DSA

Il gruppo di auto mutuo aiuto rappresenta uno spazio di incontro tra persone che condividono le stesse esperienze e che vogliono raccontarsi, ascoltarsi, confrontarsi, scambiarsi informazioni e sperimentare in questo modo un sostegno emotivo condiviso. I genitori con bambini che presentano disturbi specifici di apprendimento sono sottoposti a diversi fattori di stress che porta a disequilibrare la vita famigliare verso l’impegno scolastico. I genitori, con la buona intenzione di aiutare i loro figli, rischiano di trasformarsi insegnanti di sostegno, in terapisti della riabilitazione e di esasperare il clima casalingo in nome del buon rendimento scolastico. I fallimenti e le frustrazioni sono all’ordine del giorno e a volte non si sa più cosa fare.

RICHIEDI ULTERIORI INFORMAZIONI

Acconsento al trattamento dei miei dati personali al fine di usufruire dei servizi offerti dal presente sito come descritto nella Privacy Policy . (Attenzione: non selezionando ""acconsento"" non sarà possibile dare esecuzione ai servizi offerti.) *
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per dare esecuzione al servizio di Newsletter, cioè per ricevere informazioni relative ad aggiornamenti, novità editoriali, offerte, promozioni in corso da parte della Cooperativa Imparole. *