Il ruolo del soliloquio durante la quarantena

Incontro gratuito logopediste

Cosa fare durante il periodo di quarantena? Tra le tante attività per noi genitori, sicuramente è un’occasione per sviluppare l’attività del SOLILOQUIO. Soliloquio è quando raccontiamo le nostre azioni di fronte ai bambini, quando possiamo leggere insieme lo stesso libro, e insieme “lavorare” sui termini, leggere insieme un libro e camiare le voce a seconda dei personaggi, partecipando alla storia. Grazie al SOLILOQUIO:

  • possiamo arricchire il linguaggio e contemporaneamente si arricchiscono anche le funzioni cognitive
  • È positivo quando l’ambiente lo accoglie ed è stimolante
  • C’è intenzionalità: l’adulto è fonte di stimolo linguistico e articolatorio
  • Possiamo migliorare l’articolazione e la prosodia, il repertorio linguistico cognitivo ed emotivo
  • Per le neuroscienze c’è un miglioramento a livello neuronale

e allora perchè non usarlo in questi giorni di quarantena quando siamo tutti a casa.

Scegliamo alcuni momenti in cui noi vogliamo dedicarci alla mediazione e partiamo con il soliloquio

Presto Imparole dedicherà anche un webinar a questa mediazione!

Raffaella Rosas, pedagogista e formatrice metodo Feuerstein