Come si supera la Balbuzie?
L’organizzazione mondiale della Sanità definisce la balbuzie come un disordine del ritmo della parola, nel quale il soggetto sa con precisione quello che vorrebbe dire ma non riesce a dirlo. Consiste in un insieme di alterazioni del ritmo e della fluidità dell’espressione verbale e viene vissuto con grande sofferenza e disagio. Il problema dunque non è solo relativo al linguaggio ma interessa anche l’aspetto emotivo-psicologico della persona, sia esso adulto che bambino. A tal proposito dunque si propone sia un percorso di tipo logopedico con interventi basati sulla fonazione, sulla rieducazione dei suoni e sulla respirazione ma anche di
tipo psicoterapeutico per lavorare sul sentimento di competenza, sui blocchi emotivi e sulla propria personalità. Nei bambini spesso viene proposto un percorso di tipo neuro-psicomotorio che permette di venire maggiormente a contatto con le proprie emozioni e che dunque è di supporto al lavoro più tecnico di tipo logopedico. In Imparole, il percorso è ad hoc per ogni bambino quindi è importate valutare la natura del problema per rispondere in maniera individualizzata al bisogno.