Tutor per i compiti

Cosa fa il tutor per i compiti? Come aiuta gli studenti?

Il tutor per i compiti è un professionista esperto nei processi di apprendimento, che implementa interventi finalizzati a mediare strategie per rendere più efficace lo studio e lo svolgimento dei compiti scolastici a casa.

Il tutor crea una rete tra famiglia, referente clinico, terapisti e scuola, con cui manterrà rapporti regolari per tutto l’anno scolastico. Gli incontri con lo studente, che inizialmente hanno carattere di osservazione per conoscere gli stili di apprendimento e definire gli obiettivi, diventano poi momenti di sperimentazione di strategie e individuazione di un metodo di studio.

Il tutor definirà, in collaborazione con i genitori e con gli insegnanti e con lo studente stesso, la metodologia e gli strumenti più idonei a facilitare l’esecuzione dei compiti e dello studio a casa.

Il tutor accompagna lo studente in un percorso in cui saranno presi in esame vari aspetti, con l’obiettivo di favorirne la conquista di livelli di consapevolezza e di autonomia progressivamente maggiori:

  • organizzazione del materiale e del tempo di lavoro;
  • individuazione delle discipline scolastiche che necessitano di potenziamento;
  • mediazione di strategie adatte ai diversi lavori e alle diverse materie scolastiche;
  • adeguamento dei compiti e dello studio ai bisogni specifici dello studente (tenendo conto dei suoi stili cognitivi e di apprendimento oltre che delle sue difficoltà);
  • recupero e ripasso di argomenti da consolidare;
  • preparazione alle verifiche scolastiche.

Particolare attenzione viene posta agli aspetti metacognitivi (stimolare la riflessione, l’autocorrezione e l’autovalutazione) ed emotivo/ motivazionali legati all’apprendimento.

 

Strumenti Compensativi

Nell’ambito di tale intervento è previsto il ricorso agli strumenti compensativi (anche digitali), alle misure dispensative e ad altri facilitatori che possano favorire l’apprendimento.

 

Quando è utile il Tutor?

Si tratta di un servizio utile soprattutto per gli studenti con DSA o che presentino altre difficoltà di apprendimento (studenti BES, ADHD e DVA), per i quali il  momento dei compiti e/o dello studio potrebbe risultare particolarmente difficoltoso.

 

Quante volte alla settimana il tutor si incontra con lo studente?

Il tutor concorda con i genitori la cadenza settimanale degli interventi, in base al bisogno. Il tutor programma inoltre incontri periodici di verifica con equipe di Imparole, genitori ed insegnanti.

 

Come possono i genitori aiutare il proprio figlio nei compiti a casa?

Il tutor guiderà gradualmente i genitori mostrando loro strategie, strumenti e modalità di mediazione adeguate a favorire gli apprendimenti e a rendere più efficaci lo svolgimento dei compiti e lo studio a casa.

 

Come possono gli insegnanti favorire lo studio e i compiti a casa?

Il tutor si confronta con gli insegnanti per concordare i compiti e gli argomenti di studio su cui concentrare in modo prioritario il lavoro a casa. Si concertano inoltre la quantità di lavoro da assegnare per casa, la metodologia, l’utilizzo di strumenti compensativi e si concordano, se necessario, le date e gli argomenti delle verifiche orali e scritte.

RICHIEDI ULTERIORI INFORMAZIONI

Acconsento al trattamento dei miei dati personali al fine di usufruire dei servizi offerti dal presente sito come descritto nella Privacy Policy . (Attenzione: non selezionando ""acconsento"" non sarà possibile dare esecuzione ai servizi offerti.) *
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per dare esecuzione al servizio di Newsletter, cioè per ricevere informazioni relative ad aggiornamenti, novità editoriali, offerte, promozioni in corso da parte della Cooperativa Imparole. *