Valutazione logopedica

Il mondo intero è poggiato sulla punta della nostra lingua.– (Proverbio)

La valutazione logopedica viene effettuata sulla base delle problematiche segnalate dai genitori e su indicazione del neuropsichiatra, che ha effettuato la prima visita.

Prima di avviare una terapia logopedica, è indispensabile una valutazione mirata e approfondita per conoscere e analizzare la problematica che il bambino presenta, in tutti i suoi aspetti.

 

In caso di difficoltà del linguaggio, vengono valutati tutti gli aspetti che determinano le competenze linguistiche del bambino:

  • capacità articolatorie (inventario fonetico, abilità articolatorie)
  • comprensione verbale (piano lessicale-semantico e morfo-sintattico)
  • produzione verbale (piano lessicale e morfosintattico, abilità narrative)
  • abilità metafonologiche (pre-requisiti alla letto-scrittura)

In caso di difficoltà fonatorie (disfonie) vengono valutate le componenti cardine dell’atto fonatorio e le abitudini comunicative del bambino, preferibilmente a seguito di una valutazione strumentale (fibroscopia ottica o visita specialistica presso medico Foniatra o Otorinolaringoiatra) non eseguibile presso il nostro Centro:

  • Respirazione
  • Coordinazione pneumo – fonica
  • Strutture muscolo – scheletriche
  • Competenze fonatorie
  • Stile di comunicazione ed abitudini (il bambino urla? Ha patologie asmatiche? Subisce forti sbalzi termici?)

In caso di difficoltà nella fluenza dell’eloquio o di balbuzie, l’approccio è multidisciplinare, con un colloquio insieme alla figura della psicoterapeuta, valutazioni degli aspetti emotivi – relazionali insieme allo psicomotricista ed una valutazione qualitativa degli aspetti di fluenza con il logopedista.

Nei casi di deglutizione disfunzionale, la valutazione del terapista sarà improntata ad osservare i seguenti aspetti:

  • Vizi orali
  • Caratteristiche morfologiche della bocca e della muscolatura coinvolta nell’atto deglutitorio
  • Cinetica deglutitoria

Nei casi di ipoacusia e di bambini portatori di ausili protesici, il terapista valuterà le abilità comunicativo – relazionali e la resa degli ausili protesici dal punto di vista linguistico – comunicativo. Presso il nostro Centro non è possibile effettuare mappatura e taratura degli ausili protesici.

 

Le valutazioni si effettuano tramite la somministrazione di prove tarate e standardizzate e/o osservazione dell’eloquio spontaneo del bambino. Le prove somministrate sono usate a livello nazionale, nel rispetto delle linee guida nazionali e internazionali e sono tarate a seconda dell’età.

Lo specifico protocollo di valutazione (test usati) viene deciso sulla base delle problematiche segnalate dai genitori, emerse alla visita neuropsichiatrica e osservate nel corso della valutazione logopedica.

In seguito alla valutazione è possibile stilare un bilancio dei punti di forza e delle difficoltà del bambino, sulla base del quale stilare, in accordo con l’equipe multidisciplinare, un progetto riabilitativo individualizzato.

RICHIEDI ULTERIORI INFORMAZIONI

Acconsento al trattamento dei miei dati personali al fine di usufruire dei servizi offerti dal presente sito come descritto nella Privacy Policy . (Attenzione: non selezionando ""acconsento"" non sarà possibile dare esecuzione ai servizi offerti.) *
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per dare esecuzione al servizio di Newsletter, cioè per ricevere informazioni relative ad aggiornamenti, novità editoriali, offerte, promozioni in corso da parte della Cooperativa Imparole. *